L’importanza della User Interface e della User Experience non va sottovalutata nemmeno nel settore dell’editoria stampata. Chi ama la carta al pari dei tablet, sa che sfogliare un libro o un bel magazine è un’esperienza sensoriale nella quale il lettore viene guidato in un percorso non solo visivo ma anche olfattivo e tattile.

Ma l’esperienza visuale del leggere resta quella legata alla comprensione meno faticosa possibile del testo.

Grandezza dei caratteri, font, layout di pagina, alternanza di spazi vuoti e pieni, psicologia dei colori, navigazione razionale e chiara tra le colonne, scelta della carta.

Attenzione alle Norme fondamentali di composizione che si sono oramai perse… apostrofi o accenti? Accento greve o acuto? I puntini di sospensione e gli spazi visto che ci siamo.

Oltre che nelle norme redazionali cerchiamo coerenza e uniformità anche nelle strutture generali per non doversi trovare davanti ad interrogativi inquietanti. Capitoli, titoli, sottotitoli, colori, distanze…

…oddio, forse sto lavoro è meno creativo di quel che uno pensasse all’inizio e richiede una logica ferrea oltre che un occhio molto allenato.

Con la scomparsa dei vecchi correttori di bozze si è persa anche la convenzione dei segni per la correzione delle bozze. Diamogli una ripassata…

Sviluppiamo insieme il vostro progetto!

www.mauriziomaurizi.com/contact